You are here
Home > ambiente > Sinergie tra Apicoltura e Agricoltura

Sinergie tra Apicoltura e Agricoltura

Riceviamo dall’amico Roberto Grillini queste considerazioni relative alle sinergie raggiungibili tra Agricoltura e Apicoltura

L’8 settembre, presso il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, è stato preso l’impegno di promuovere e tutelare le colture da seme,  la salvaguardia del patrimonio dei pronubi e la biodiversità del nostro Paese con le varie associazioni nazionali dei sementieri, degli agricoltori, delle imprese di meccanizzazione e delle unioni di apicoltori. Tale impegno deriva dal Protocollo d’intesa per l’applicazione delle buone pratiche agricole e la salvaguardia del patrimonio apistico firmato a Cesena lo scorso 27 gennaio (vedi a pag. 56 di Apinsieme di maggio 2017) dalle organizzazioni sementiere e dagli apicoltori dell’Emilia-Romagna. L’obiettivo dell’accordo è quello di  promuovere la formazione degli operatori (agricoli, tecnici sementieri e contoterzisti) attraverso la diffusione di buone pratiche e incontri tecnici, finalizzati al corretto uso dei fitofarmaci. Inoltre l’individuazione delle iniziative da realizzare nell’interesse degli interessati attraverso l’istituzione di un tavolo tecnico fra le organizzazioni firmatarie.

L’impegno, siglato a Roma, con il Vice Ministro delle Politiche Agricole Andrea Oliviero, sancisce la volontà di trasferire i lavori a livello nazionale con il coordinamento dello stesso Ministero. E’ sicuramente una intesa professionale per preservare le api, sostenere il processo d’impollinazione delle colture a seme e garantire pertanto la redditività dell’attività impollinatrice. La partecipazione attiva del Vice Ministro favorisce la realizzazione dell’obbiettivo dell’Osservatorio del Miele, oltre ad una ufficialità, nonché un concreto esempio di collaborazione per l’agricoltura più sostenibile e  maggiormente compatibile con la presenza delle api. Infatti la produzione delle sementi, non può trascurare la tutela delle api, le quali  forniscono un grande e necessario supporto attraverso l’impollinazione. L’accordo infatti ha per principale obiettivo quello di promuovere la sensibilizzazione dei produttori al fine di attivare buone pratiche.

L’accordo con la Regione Emilia-Romagna rappresenta una garanzia per quella che diverrà il prima possibile la direzione nazionale, oltre che avere come obiettivo primario quello di condividere una strategia comune ai due importantissimi settori per l’attività di moltiplicazione sementiera e apistica e per la buona gestione dei fitofarmaci.

Ci auguriamo che il Vice Ministro non ci deluda e tenga fede alla promessa.

Roberto Grillini

foto pixabay/hans

Apinsieme
Quelli che vogliono far volare insieme le Api

Lascia un commento

Top