You are here
Home > appuntamenti > Api e Biodiversità per conoscere e contenere la Varroa

Api e Biodiversità per conoscere e contenere la Varroa

Sotto l’incantevole borgo di Pietravairano (CE), presso l’agriturismo L’Antica Petra, Fattoria didattica dove la brava Cecilia Magnante (agrichef di Campagna Amica Coldiretti) prepara piatti tipici locali, si è tenuta il 16 giugno una proficua sessione di formazione organizzata dall’Associazione Api e Biodiversità di Terra di Lavoro. Obiettivo? Fornire strumenti e conoscenze per intervenire, insomma una cassetta di pronto intervento per conoscere e contenere la Varroa. Insieme a loro, nell’organizzazione e partecipazione il Consorzio con le Api e l’Associazione di volontariato Arcadia.

Durante la sessione di formazione, suddivisa in due giornate, con la prima presso l’Antica Petra dove è anche operativo un apiario didattico e la seconda presso il Consorzio delle Api, a Bojano (CH), si sono alternati nella divulgazione di tecniche, principi e prodotti utili a debellare la Varroa, coinvolgendo i numerosi apicoltori presenti: Christian Pilotti, tecnico apistico di Api e Biodiversità, Marco Pietropaoli, dell’IZS Lazio e Toscana Aleandri, i rappresentanti di Beevital (dottoressa Rachele Stocco e dottor Callegaro, intervenuti via video) e del Consorzio con Le Api con Pierpaolo Guerinoni presente già sabato 16 giugno.

Insomma, parafrasando la capacità del superorganismo alveare di autodifendersi e crescere insieme, i rappresentanti delle associazioni, della ricerca e delle istituzioni sanitarie, dei produttori, insieme ai mezzi di di comunicazione e informazione, hanno lavorato tutti per un bene comune: l’apicoltura e il prezioso lavoro di allevamento delle api degli apicoltori.

Prezioso anche il lavoro di VideoElettronic che ha ripreso in video la sessione del 16 giugno.

Tra domande, interventi, convivialità, dubbi fugati, i tanti apicoltori convenuti hanno ricevuto un utile vademecum (44 pagine in formato A5, i soci possono sempre contattare Api e Biodiversità per riceverlo) da parte degli organizzatori. Il neo presidente di Api e Biodiversità, Gianpampaolo Maria Giorgio nella sua introduzione ha posto l’accento  sull’importanza che formazione e aggiornamento professionale e il confronto far apicoltori siano fondamentali e utili all’apicoltura ma soprattutto alle api, sempre più minacciate dalle attività dell’uomo.

Qui il racconto fotografico dell’iniziativa

Enrico Pasini
Un passato da esploratore del mondo ICT, dalla Olivetti alla Siemens, sino a Atos Italia. Dal 2012 nel mondo dell'apicoltura con la passione della Comunicazione e dei Social Network. "Fatti non foste a viver come bruti ma per seguire virtute e canoscenza" Dante Inferno XXVI

Lascia un commento

Top