You are here
Home > prima pagina > Anteprima Rivista Nazionale di Apicoltura, Giugno 2022

Anteprima Rivista Nazionale di Apicoltura, Giugno 2022

Un numero denso di contenuti, pur se ha dovuto scontare qualche ritardo nell’uscita, merita tutta l’attenzione per l’insieme di argomenti trattati: un articolo sulla propoli e su come ricavarne reddito, la seconda parte dell’articolo su autarchia e apicoltura, le attività che fervono nel mese di giugno, un reportage su come è stato trasformato il giardino dei Papi di Avignon, (P…Api), un corso che si rivela una piccola-grande rivoluzione: mettere al centro il benessere dell’ape in tutto. E tanti altri servizi che completano e arricchiscono il numero di giugno.

Come sostenerci? Come sapete non abbiamo finanziamenti pubblici, la nostra indipendenza siete voi, abbonati ed inserzionisti. Ed allora due sono le strade per te che stai leggendo.
Vai alla pagina abbonamenti, scegli l’abbonamento che più si confà alle tue esigenze. E, se puoi, assicuraci un forte sostegno con l’apposita tariffa SOSTENITORE
Diventa un nostro inserzionista (info e preventivi a pubblicita@apinsieme.it)

In copertina Propoli in scaglie, appallottolato e in soluzione alcolica (foto di Luca Mazzocchi | www.mondoapi.it).

Ma vediamo il sommario


TRE NUMERI AL LOTTO

L’editoriale di Massimo Ilari

(…) Sono 22 anni che si celebra la Giornata Mondiale della Biodiversità, eppure nel mondo vegetale negli ultimi 70 anni si sono persi tre quarti dell’agro biodiversità selezionata nei 10.000 precedenti. Fatti invece di riti. Cominciare, invece, a metter al centro il lavoro di ogni singola ape, lavoro che ha dell’incredibile: visita circa 7.000 fiori al giorno e per produrre un chilogrammo di miele e ha bisogno di quattro milioni di esplorazioni floreali quotidiane (…)


COME FARE REDDITO CON LA RACCOLTA DELLA PROPOLI

Ivano Fabretto

Dopo anni di chiacchiere scambiate con apicoltori professionisti e hobbisti, le risposte ricevute sono quasi sempre le stesse: non ho tempo, le mie api non la raccolgono, non trovo chi potrebbero acquistarmela, troppo lavoro per raschiarla e tante altre motivazioni spesso riconducibili alla poca conoscenza delle potenzialità della propoli stessa. Ecco le Nuove linee guida


AUTARCHIA E APICOLTURA (parte 2a)

Francesco Colafemmina

Già 80 anni fa Venturelli diceva: “Non basta raccontare che in un luogo non è piovuto, o che una signora vive di solo miele, non basta descrivere un attrezzo più o meno superfluo, o insegnare il millesimo modo d’introdurre una regina; oggi il giovane vuol sapere se a parità di rischio finanziario e di lavoro personale l’industria dell’ape rende quanto o più di tante altre industrie meglio conosciute…”


GIUGNO? FERVE L’ATTIVITÀ IN APIARIO

Maurizio Ghezzi

Durante questo periodo è imperativo individuare quali compiti ci aspettano in apiario, la via maestra per ottenere una buona raccolta di miele, garantendo allo stesso tempo anche il benessere delle api


AVIGNONE: P…API A PALAZZO

Enrico Pasini

Il messaggio che raccogliamo dal viaggio con l’ape in terra francese, ad Avignon, terra di P… api? Ciò che dice sempre, cioè di avvicinarsi sempre con amore e rispetto al suo mondo. Ce ne parla l’autore, arricchendo il suo racconto con le testimonianze di apicoltori locali


C’ERA UNA VOLTA

Renzo Barbattini

C’era una volta … ci racconta l’amico Renzo.
«Facevo parte del Consiglio dei genitori della scuola materna frequentata da mio figlio; oggi Paolo ha 36 anni. Quando ne aveva 5, Paolo e la sua classe vennero a fare una visita guidata presso il nostro apiario. Io, di quella visita, ne feci un articolo per il giornalino della mia parrocchia, S. Pio X. L’articolo fu poi ripreso da “Agricoltura Informazione”, bollettino del Consorzio Apicoltori di Udine; poi “Agricoltura Informazione” ha chiuso». E noi ridiamo vita a quel momento intimo e magico del lontano 1991


IL SECONDO CERVELLO

Massimo Ilari

Dentro di noi è in vita un asse cervello – pancia. E cosa significa? Che oltre a quello “alloggiato” nella scatola cranica c’è anche il cervello enterico, vale a dire quello situato a livello intestinale. I ricercatori lo hanno chiamato “secondo cervello”. Tanti i modi per tenerlo in forma, dallo stile di vita al moto, compresa l’alimentazione. Tra gli alimenti spicca il miele: svolge una funzione importante di protezione del microbiota e del microbioma intestinale, di cui si parlerà nell’articolo. In dispensa ne dovremmo avere almeno 5 varietà, visto che protegge anche il primo cervello, quello alloggiato nella scatola cranica


POLLINI PIÙ IMPORTANTI NELL’ITALIA CENTRALE

Giancarlo Ricciardelli D’Albore

Continua su questo numero la presentazione dei pollini di maggiore interesse presenti nell’Italia Centrale


UN CORSO TROPPO AVANZATO?

Morosin, Gnesotto, Semenzin

Non è certo facile passare dall’api-coltura all’api-cultura, ma la sfida è stata accettata da un nutrito gruppo di apicoltori veneti che ha deciso di portare avanti questa visione che aiuterà, di sicuro, a superare le emergenze del settore. Le api vanno portate fra la gente


CAMBIAMENTI CLIMATICI E MALATTIA DI LYME

Aristide Colonna, Beti Piotto

Il riscaldamento globale è quasi sicuramente la causa del marcato aumento di casi di malattia di Lyme in quanto contribuisce all’espansione dell’habitat delle zecche. La potenzialità dell’apitossina per coadiuvare le cure. Vediamo che cosa dice la ricerca


IN FORMA CON LE TISANE AL MIELE

Maria Rossana Bonfitto

Riproponiamo un articolo che ci è stato più volte richiesto e che è incentrato su preziose ricette che aiutano a stare in forma, depurare l’organismo e reintegrare i liquidi


Apinsieme
Quelli che vogliono far volare insieme le Api

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top